GERACE

Gerace, graziosa cittadina poco distante dal capoluogo calabro, degna di interesse per le sue bellezze monumentali e paesaggistiche. Suddivisa in cinque aree urbane il Castello, la città, il Borghetto, il Borgo Maggiore e la Piana.
Percorrendo la via lungo il Borgo Maggiore, che si apre nella roccia, non si può far a meno di notare nella pietra di tufo, la presenza di diverse grotte , alcune naturali altre scavate dall’uomo, un tempo erano le sedi degli artigiani
Caratteristico il centro storico di Gerace che attira l’attenzione di tanti visitatori, si consiglia di raggiungere il Baglio, nome con cui gli abitanti chiamano lo spazio antistante al Castello della città: da qui si ammira un paesaggio naturale di incantevole bellezza, straordinario per i colori e per la varietà delle forme orografiche. Alle spalle il Castello si consiglia di dirigersi in direzione della Cattedrale normanna, dove è possibile visitare la prigione dei cinque martiri di Gerace, il portale di Lucifero e poco distante il palazzo municipale ricco di decori marmorei. La Cattedrale  dedicata all’Assunta è sta consacrata la prima volta nel 1045 e poi nel 1222 probabilmente alla presenza di Federico II di Svevia. E’ in assoluto la più grande chiesa della Calabria e una
delle più importanti, conserva le linee pure delle cattedrali normanne anche con impianto bizantino.L’interno della Chiesa si presenta come un ambiente basilicale.
Colonne con fusti e capitelli antichi provengono indubbiamente dai resti di Locri. Scendendo poi lungo la via Catello si raggiungono la Chiesa di San Francesco e le vicine Chiese di San Giovannello e del Sacro Cuore. La Piazza del Tocco,è un vero e proprio salotto dove gli abitanti sono soliti riunirsi nel tempo libero per godere dell’aria aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *